Home > CAVALLI > Analisi dei Campioni dell’ 82° Gran Premio di Merano 2021

Analisi dei Campioni dell’ 82° Gran Premio di Merano 2021

Gran Premio di Merano 2021, terzo capitolo

Terzo capitolo – la corsa si disputerà il 26 settembre e l’antepost di BetFlag è sempre più incandescente! Scopriamo insieme i Campioni dell’ 82° Gran Premio di Merano 2021

 

Goas Mat (antepost 16/1), è un castrone del 2016, colori Scuderia Christian Troger, trainer Davide Satalia, cavallo che nel 2021 ha visto la pista per 4 volte, per tre volte ha vinto ed inoltre vanta un piazzamento. Inquilino difficile per chiunque… se lo vedremo al via il giorno del GP.

Gudari (antepost 23/1), è un castrone del 2015, colori della Scuderia dei Prinicipi, trainer L. Maceli, è un bel Le Havre che nel 2021 si è proposto sui tracciati per 9 volte: vanta 2 vittorie e 3 piazzamenti. Apparentemente è un outsider, ma se il terreno sarà difficile lo potremmo vedere tra i protagonisti.

Ladyville (antepost 18/1), è una bella saura da Doctor Dino, allevata da M.me H. Devin, vince in carriera 105.085 euro. Nel 2021 si è proposta 4 volte in pista raccogliendo 2 vittorie e 2 piazzamenti. Ostica per tutti, anzi molto ostica per tutti.

Linovsky (antepost 121/1), lo abbiamo ben presente come secondo, dietro ad Ivo, il 9 maggio a Milano nel Premio Martesana, dove con 67.5kg al peso è decisamente calato in fondo dietro al cavallo montato da Jan Faltejsek con 71.5kg al peso. Nel contesto meranese è da considerare un outsider.

Lodgian Whistle (antepost 51/1), è caduto nel Grande Steeple-Chase d’Europa edizione 2021, disputato a Merano, se non fosse caduto forse lo avremmo visto in lotta per un gradino del podio. Allora ebbe in sella Josef Bartos, chi lo interpreterà in sella il 26 settembre non avrà certo da gestire un outsider, ma piuttosto un’eventuale sorpresa di quota.

Continuate a seguirci perché man mano affronteremo e presenteremo tutti i cavalli presenti nell’antepost BetFlag relativo all’82° Gran Premio di Merano 2021 che si correrà il 26 settembre.