Home > GUIDE > Guida CAVALLI > Krieau, 150 anni a ritmo di valzer

Krieau, 150 anni a ritmo di valzer

kieau, ippodromo di Vienna

Proprio accanto alla ruota del Prater, l’ippodromo di Vienna è ancora testimone della storia del trotto

Per molti viaggiatori una visita a Vienna non sarebbe completa senza andare alla Scuola di Equitazione Spagnola e ammirare i famosi cavalli lipizzani, mentre si muovono con grazia al ritmo della musica classica viennese, quella per intendersi del tradizionale concerto di Capodanno della Wiener Philarmoniker.

Altri turisti preferiscono invece fare un giro attraverso la città vecchia in uno di quei leggendari calessi trainati da cavalli chiamati Fiaker.

Per quanto riguarda i viennesi che vivono nei quartieri vicini possono sentire il familiare rumore degli zoccoli mentre i cocchieri guidano le loro carrozze dalle stalle al centro della città ogni mattina. Inutile quindi dire che i cavalli sono molto popolari tra i visitatori, ma pochi di loro sanno che si possono trovare anche al di fuori del centro città.

Vicino al famoso parco divertimenti del Prater – quello della ruota per intendersi – si trova la Wiener Trabrennbahnverein, l’ippodromo di trotto, meglio conosciuto come Krieau.

Parte di Vienna dal 1618, il suo nome deriva da Kriegsau, che letteralmente significa palude di guerra, a causa di una lunga disputa tra l’Abbazia di Klosterneuburg e la città per questo pezzo di terra. Ai tempi in cui era ancora un’isola del Danubio.

Costruito nel 1878 il Krieau è il secondo ippodromo più antico d’Europa dopo quello di Mosca. Nel 1913 vennero progettate la prima tribuna in acciaio e cemento d’Europa per la pista e anche la torre da cui i funzionari monitoravano le gare. La torre è un monumento storico ed è stata restaurata nel 2002 al suo splendore prebellico. Sebbene le tribune siano anche protette come patrimonio culturale sono state abbandonate anni fa quando ne sono state costruite di nuove proprio accanto ad esse.

Al Krieau si correva però al trotto ancor prima della costruzione dell’ippodromo. All’inizio le gare erano individuali contro il tempo e non c’erano scommesse. In seguito, invece, agli appassionati è stata data l’opportunità di scommettere sui loro cavalli preferiti.

Ci sono state anche corse al galoppo riservate purosangue per quasi 150 anni, ma la concorrenza delle lotterie locali e delle scommesse sul calcio ha ridotto progressivamente il numero di gare fino a quando non si sono completamente fermate nel 2003. Oggi la stagione delle corse di trotto va da settembre a giugno e i visitatori sono invitati a salire in sulky insieme ai professionisti durante eventi speciali organizzati dal club più volte all’anno.

Non solo ippodromo, però. In estate al Krieau, ci sono diversi concerti dal vivo e un cinema all’aperto, che riproducono classici del cinema su uno schermo gigante nel mezzo della pista.

Scopri