Home > GUIDE > Guida CAVALLI > Vert, ma non per tutti

Vert, ma non per tutti

Trophee Vert: curiosità sul trofeo Francese

La grande provincia francese protagonista del Trofeo riservato alle corse sull’erba. 

Se la Francia nel trotto è la nazione numero 1 al mondo le motivazioni sono tante e tali che è anche difficile selezionarle per importanza.

Una delle sfaccettature meno appariscenti del complesso e variegato panorama al sulky Oltralpe è l’attenzione anche a quei circuiti che paiono secondari ad uno sguardo sommario, ma sono ideali per ampliare l’offerta anche ad un pubblico diverso rispetto a quello usuale dei grandi ippodromi.

 

Trophee Vert, una grande festa popolare

Creato nel 2001, il Trophee Vert è un circuito che si disputa in 14 tappe su piste in erba. In programma da aprile a settembre, ogni tappa è una grande festa popolare e costituisce il grande evento degli ippodromi interessati, quasi tutti situati nella grande provincia francese.

Avignone, Tours, Rambouillet, Vitre, Villeneuve sur Lot, Arras, Montlucon Neris les Bains, Agon Coutainville, Royan Atlantique, La Gacilly e Montier en Der sono nomi sconosciuti ai più da noi e non sono certo impianti di prima grandezza nazionale.

Nell’ambito di ogni tappa di questo torneo agiscono però da sfondo perfetto per le tre classifiche, una riservata ai professionisti, una seconda agli allievi e una terza riservata ai non professionisti. Il cavallo vincitore di ogni tappa del Trofeo Verde si qualifica, poi, per la finale. Nel 2021 si è svolta lunedì 6 settembre all’ippodromo di Craon ed è andata ad Elvis du Vallon. La classifica generale ha arriso invece a Clarck Sotho. Nomi, questi, di discreto calibro nel contesto generale.

Si corre sull’erba – Vert non a caso, quindi – ed a ogni tappa, gli attori protagonisti segnano punti nella loro categoria in base alla posizione al traguardo. La presenza dei più importanti guidatori e allenatori permette ad un pubblico più ampio rispetto a quello delle grandi città – Parigi in testa – di vedere live almeno in determinate giornate dell’anno quelli che abitualmente segue solo in tv.

Promozione pura, MarketingSe la Francia è leader nel settore, insomma, un motivo c’è.