Home > SPORT > Calcio > Qualificazioni Mondiali: Israele, all’esame Austria, sogna il secondo posto

Qualificazioni Mondiali: Israele, all’esame Austria, sogna il secondo posto

PREVIEW AUSTRIA – ISRAELE

I maggiori campionati di ogni paese si sono fermati per osservare la terza sosta della stagione, doverosa per permettere alle nazionali di adempiere ai propri impegni, in particolare quelli validi per le qualificazioni ai prossimi Mondiali in Qatar. Tanti verdetti non sono ancora stati emessi, come, per esempio, nel Gruppo F europeo, in cui Israele è in piena corsa per chiudere al secondo posto nel girone, ma per alimentare le proprie speranze dovrà superare a pieni voti l’esame Austria, che, invece, è già esclusa dalla lotta. È lecito attendersi, dunque, una sfida appassionante, dove, però, gli ospiti partono sfavoriti, nonostante siano quelli che devono ancora chiedere qualcosa alla propria campagna preliminare. Nei cinque incroci più recenti si è registrata una perfetta parità, con due successi per parte, mentre in un’occasione il confronto è terminato in parità.

LA VIGILIA DELL’AUSTRIA

Nonostante abbia dovuto abbandonare anticipatamente la corsa al secondo posto, l’Austria può ancora raggiungere i play-off come una delle due squadre meglio classificate nel girone di Nations League. La compagine allenata da Franco Foda ha percorso un cammino troppo altalenante in questa campagna di qualificazione, faticando a imporsi sulle dirette concorrenti. Il bottino raccolto parla di tre vittorie, un pareggio e ben quattro sconfitte. Come detto, gli austriaci hanno peccato di poca costanza, ma cercheranno di concludere questa fase con onore. Nell’undici di partenza Arnautovic, attuale attaccante del Bologna, fungerà da unico riferimento offensivo, ma alle sue spalle potrà contare sul sostegno di Baumgartner, Sabitzer e Schopf.

LA VIGILIA DI ISRAELE

Non è padrone del proprio destino, in quanto deve augurarsi che la Scozia incappi in qualche passo falso, ma Israele non può permettersi di commettere errori in questi due turni conclusivi. La formazione allenata da Ruttensteiner, che sentirà particolarmente questa gara essendo austriaco, ha un unico obiettivo, ovvero quello di vincere entrambe le gare che mancano di qui alla fine. Le due sconfitte di fila, quella pesante in casa della corazzata Danimarca e quella di misura nello scontro diretto con gli scozzesi, hanno compromesso il buon andamento della selezione biancoblu che, attualmente, dista quattro lunghezze dal secondo posto. Nello schieramento iniziale la coppia d’attacco sarà formata dall’ex palermitano Zahavi e Dabbur, mentre sulle corsie esterne di centrocampo agiranno Menachem e Dasa.

PROBABILI FORMAZIONI

Austria (4-2-3-1): Bachmann; Trimmel, Harnik, Hinteregger, Alaba; Grillitsch, Ilsanker; Schopf, Sabitzer, Baumgartner; Arnautovic. All. Foda

Israele (3-5-2): Marciano; Tibi, Bitton, Dgani; Dasa, Natcho, Peretz, Solomon, Menachem; Dabbur, Zahavi. All. Ruttensteiner

DOVE VEDERLA IN TV

L’incontro tra Austria e Israele, valevole per la nona giornata delle qualificazioni ai prossimi Mondiali, è in programma domani sera alle ore 20.45. L’evento non godrà di copertura televisiva sul territorio italiano, ma sarà possibile seguire gli aggiornamenti in diretta sui portali web specializzati oppure sulle pagine social ufficiali delle due nazionali.

QUOTE

Dando un’occhiata ai pronostico degli esperti in betting di BetFlag, nelle qualificazioni mondiali di domani l’Austria parte favorita contro Israele. Infatti, il successo interno (1) è quotato 1,67, mentre il segno X e il 2 vengono pagati rispettivamente 3,95 e 4,60. Nel palinsesto generale delle scommesse relative a questo match, i bookmakers propongono la vittoria dei padroni di casa con una quota più bassa: ad esempio Bet365 la banca a 1,66, Sisal e SNAI, invece, a 1,65 e a 1,63.