Home > SPORT > Calcio > NATIONS LEAGUE: GLI USA AFFRONTANO L’EL SALVADOR

NATIONS LEAGUE: GLI USA AFFRONTANO L’EL SALVADOR

Il Napoli cerca la svolta con il Granada

PREVIEW EL SALVADOR-USA

Si giocherà domani, mercoledì 15 giugno, alle ore 4 la sfida di Concacaf Nations League tra El Salvador e Stati Uniti. L’Estadio Cuscatalàn di San Salvador ospiterà la gara, diretta dal fischietto messicano Ramos. Le due squadre si sfideranno per il quarto incontro del gruppo D di League A . I padroni di casa sono primi nel girone, con 4 punti in 2 partite ottenuti nella doppia sfida con il Grenada ultimo. Gli Usa occupano il secondo posto con 3 punti ottenuti in un una singola gara, vinta 5-0 contro la nazionale caraibica. Gli Stati Uniti partono come grandi favoriti per il primo posto nel girone e sono anche tra i principali indiziati per la vittoria finale. McKennie e compagni sono i campioni uscenti della competizione, essendo l’unica squadra ad avere alzato la coppa, battendo il Messico in finale nel 2020.

LA VIGILIA DELL’EL SALVADOR

La squadra centramericana viene da un pareggio per 2-2 in casa del Grenada. In quell’occasione un gol dal dischetto di Larin e la rete sul finale di Cristian Gil hanno permesso all’El Salvador di evitare la sconfitta. La nazionale allenata da Menzo, grazie ai 3 punti ottenuti nella sfida precedente con il Grenada, dovrebbe essersi garantita il secondo posto del gruppo, evitando la retrocessione in League B. La possibilità di vincere il girone rimane remota, ma la prossima sfida con gli Stati Uniti sarà fondamentale per stabilire quali possono essere le ambizioni della squadra. Tra i giocatori più interessanti dell’El Salvador c’è sicuramente il portiere, Tomas Romero, classe 2000 e prossimo compagno di Chiellini ai Los Angeles Fc. Da segnalare anche la presenza della punta Nelson Bonilla, numero 9 della squadra e terzo marcatore all-time della nazionale con 19 gol in 55 presenze.

LA VIGILIA DEGLI USA

Gli Stati Uniti vengono dalla vittoria per 5-0 sul Grenada di quattro giorni fa. Sfida in cui si è messo in mostra il talento di Jesus Ferreira, attaccante classe 2000 che ha realizzato 4 gol in 35 minuti. Insieme a Ferreira potrebbe agire Brenden Aaronson, ala 21enne del Redbull Salisburgo a caccia della sua settima rete con la maglia della nazionale. Attenzione anche a Timothy Weah, altra stella degli USA, figlio d’arte e giovane attaccante, rimasto in panchina per 90 minuti nell’ultima gara dei suoi. Il bianconero Weston McKennie guiderà il centrocampo insieme a due tra De la Torre, Acosta e Musah, quest’ultimo in forza al Valencia con cui ha già accumulato 61 presenze in Liga nonostante i 19 anni. In difesa Berhalter ha l’imbarazzo della scelta con Bello, Scally, Cannon, Robinson e Yedlin sulle fasce; mentre Carter-Vickers, Long e Zimmerman si giocano i due posti da difensori centrali. Tra i pali pronto ancora Matt Turner alla diciannovesima gara ufficiale con la maglia degli USA.

LE PROBABILI FORMAZIONI

EL SALVADOR (4-2-3-1): Romero, Claros, Dominguez, Rodriguez, Larin; Orellana, Ceren; Pineda, Calvillo, Molina; Bonilla. ALL. Menzo

USA (4-3-3): Turner, Yedlin, Carter-Vickers, Zimmerman, Bello; McKennie, Acosta, Musah; Weah, Ferreira, Aaronson. ALL. Berhalter.

LE QUOTE

Gli Stati Uniti sono i grandi favoriti  della sfida di domani in Nations League. I quotisti di Betflag vedono la vittoria degli USA a 1.48, il 2 si trova anche a 1.43 su Planetwin365 e a 1.47 su Eurobet e Sisal.