Home > GUIDE > Guida sport > Cos’è e come funziona l’handicap nelle scommesse

Cos’è e come funziona l’handicap nelle scommesse

Come funziona l'handicap nelle scommesse

Quante volte ti sarà capitato di voler scommettere sull’esito di una partita ‘facilmente’ pronosticabile e poi di ripensarci vedendo una quota finale davvero troppo bassa?

Le scommesse con handicap rappresentano una buona soluzione per incrementare la vincita finale senza dover aumentare la puntata iniziale.

Ma come funziona l’handicap nelle scommesse? Cosa vuol dire handicap e perché tale tipologia sta diventando così popolare tra gli amanti del betting?

In questa guida, proveremo a rispondere a queste domande, entrando nel merito della questione. Prima di procedere, però, ti ricordiamo che nella sezione Guide Sport del nostro sito, potrai trovare tante altre guide utili sul mondo delle scommesse sportive: da quella sulle scommesse Goal/No Goal alla guida sul Betting Exchange, passando quella riferita alla doppia chance e non solo!

 

Handicap nelle scommesse: cosa significa?

Non tutti i match sono uguali: se durante alcuni pronosticare il risultato finale può essere anche molto complicato, in altri la sorte (almeno sulla carta) è scontata.  Accade, ad esempio, quando c’è un gap tecnico notevole tra due compagini dello stesso campionato.

Ed è proprio per questo motivo che, negli ultimi anni, i bookmakers online hanno inserito la possibilità di puntare sulle scommesse con handicap che prevedono l’assegnazione alla squadra sfavorita di un leggero vantaggio.

In poche parole, l’esito finale viene viziato da una penalità definita quando si effettua la scommessa.

Per comprendere letteralmente cosa significa handicap nelle scommesse bisogna tornare indietro di diversi secoli. La scelta del nome deriva da un vecchio gioco inglese noto come “hand in capo” (tradotto con “mano nel cappello”) molto simile ad una lotteria, in cui, però, il vincitore doveva pagare una piccola penalizzazione.

 

Come funziona l’handicap nelle scommesse?

Come funziona concretamente l’handicap nelle scommesse sul calcio? Di solito, i bookmaker danno la possibilità di optare per le seguenti tipologie:

  • 1H (1 Handicap): si gioca quando si decide di puntare sulla vittoria della squadra di casa, dando un vantaggio alla squadra in trasferta. Nello specifico, la compagine di casa deve vincere con uno scarto di almeno 2 goal se si stabilisce l’handicap di 1 goal o di 3 goal se, invece, l’handicap è di 2 goal.

Facciamo un esempio: la gara in questione è Real Madrid – Lecce. L’1H (0:1) è vincente se i Blancos si affermano per 2-0, 3-1, 4-0, etc… (almeno 2 rete di scarto), ipotizzando, appunto, che il Lecce parta da un vantaggio iniziale di una marcatura.

  • XH (X Handicap): anche in questo caso, il meccanismo della scommessa con handicap non cambia. Tuttavia, applicando l’handicap, si decide di puntare sul pareggio finale.

Riprendiamo l’esempio già fatto: giocando l’XH (0:1) su Real Madrid – Lecce, per andare in cassa bisogna sperare che il Real vinca solo con una rete di scarto (1-0, 2-1, 4-3, etc…).

  • 2H (2 Handicap): con il segno 2H (1:0) si scommette sulla vittoria della squadra in trasferta, nonostante in maniera fittizia la compagine di casa parta con un goal di vantaggio.

Se la partita fosse Lecce – Real Madrid, si vince la scommessa 2H (1:0) se il Real Madrid vince con almeno 2 gol di scarto sul Lecce (0-2, 1-3, 0-4 etc…). Le reti in più devono essere almeno 3 nel caso di 2H (2:0).

 

Quando si gioca l’handicap?

Dopo aver parlato di cosa significa handicap nelle scommesse sportive e di come funziona questa particolare tipologia di giocata, pensiamo sia utile rispondere a una domanda molto in voga sul web: “Quando si gioca l’handicap?”.

In generale, gli scommettitori più esperti decidono di giocare le scommesse con handicap quando pensano che una delle due squadre in campo sia talmente più forte dall’altra da poter vincere facilmente con 2 o più goal di scarto.

Il consiglio, prima di piazzare una scommessa del genere, è studiare le compagini interessate, con un’analisi sul momento di forma attuale, sul numero di reti medie realizzate e subite e sui risultati più frequenti. È facile capire come la scommessa con handicap sia consigliata quando sono impegnati team capaci di andare in goal con estrema facilità.

 

Non solo calcio: le scommesse con handicap negli altri sport

Le scommesse con handicap non sono una prerogativa delle scommesse sul calcio. La stessa tipologia, seppur con alcune, ragionevoli modifiche, viene adoperata anche in altri sport, come il basket, il tennis o l’ippica.

Non fa eccezione il rugby, che spesso regala grandi distacchi nei punteggi. Secondo molti amanti delle scommesse sportive online, infatti, lo sport con la palla ovale è quello in cui le scommesse con handicap trovano la loro più felice applicazione.

Vuoi provare a vincere la tua prima schedina con le scommesse con handicap? Scegli il match sul portale BetFlag e fai subito la tua puntata! Se sei un nuovo iscritto, non dimenticare di utilizzare i bonus per i nuovi iscritti, come il Bonus registrazione 400€ Sport Pre-Match senza deposito e il Welcome Bonus Sport, 100% del tuo primo versamento fino a 1.000€.