Home > GUIDE > Guida sport > Vincite nelle Scommesse Sportive: le più grandi della storia

Vincite nelle Scommesse Sportive: le più grandi della storia

Le Vincite nelle Scommesse Sportive

Un po’ genio e un po’ sregolatezza. Ma soprattutto, tanta tanta fortuna. Per piazzare scommesse vincenti è necessario che fattori anche molto lontani tra loro si allineino, sommandosi in un mix
esplosivo.

Negli anni, considerata la platea di soggetti che ogni giorno si dilettano tra scommesse sul calcio, scommesse sull’ippica e non solo, casi di vincite esorbitanti si sono verificati in ogni parte del
mondo, finendo sulle prime pagine dei giornali o diventando protagonisti inconsapevoli di leggende tramandate nelle sale da gioco.

Da l’ex cestista statunitense Charles Barkley all’imprenditore di Pozzuoli, passando per James Adducci: in questo articolo, vedremo 10 schedine vincenti che hanno fatto la storia.

Prima di continuare la lettura, non dimenticare di dare uno sguardo alla nostra sezione dedicata alle guide sulle scommesse sportive: potrai trovare tantissimi consigli e suggerimenti sulle
tipologie di giocate più popolari, oltre ad approfondimenti dedicati all’argomento.

 

1 – L’imprenditore di Napoli

Iniziamo la rassegna sulle scommesse sportive vincenti partendo dall’Italia e, in particolare, dalla solare Pozzuoli. Qui, nel 2014, un imprenditore locale riusciva nell’impresa di trasformare la sua schedina in 118 mila euro. Secondo fonti non certo verificate, l’uomo era noto tra i suoi amici per scommesse piuttosto folli e in grado, negli anni precedenti, di garantirgli comunque altre buone vincite. Della serie: “Chi la dura la vince”.

 

2 – Charles Barkley

Un salto in America e siamo subito a casa di Charles Barkley, l’ex All Star dell’NBA che ha attirato l’attenzione dei riflettori anche fuori dal campo di basket. Nel 2002, per togliersi uno sfizio,
Charles ha pensato bene di puntare 500mila dollari sulla vittoria dei New England Patriots, impegnati nel Super Bowl e dati per sfavoriti contro i St. Louis Rams. La sua intuizione si è rivelata
ben presto fondata e la sua schedina vincente. Il totale ottenuto? 800mila dollari. Non proprio due spicci…

 

3 – David Oancea

È riuscito a dare vita ad una (e non solo!) schedina vincente anche David Oancea, meglio noto come Vegas Dave. Nel 2015, l’uomo sbancò diversi bookmaker portandosi a casa 2 milioni e
500mila dollari. Convinto nella vittoria della World Series di MLB (Major League Baseball) a parte dei Kansas City Royals, piazzò diverse puntate per un totale di 140mila dollari. Il tempo gli diede ragione.

Secondo diverse voci che giungono da Las Vegas, quella fu solo una delle puntate andate in porto: si stima che, in poco più di 3 mesi, ottenne 6 milioni di dollari, finendo per essere bannato
da diversi casinò del posto.

 

4 – James Adducci

Per quanto riguarda le scommesse vincenti sul golf, nessuno pare aver fatto meglio del tale James Adducci che, nel 2019, destinò un budget di 85mila sulla vittoria di Tiger Woods al Masters del 2019. Il totale finale è da fare invidia: 1 milione e 200mila dollari conquistati.

 

5 – L’anonimo di Malta

Dopo una vincita da oltre 500mila sterline, meglio rimanere anonimo. Avrà pensato questo il fortunato artefice della schedina vincente giocata a Malta nel 2011. L’uomo, si conosce solo il genere, puntò un euro su una multipla da 19 eventi. Alla fine, ovviamente, tutti indovinati. Si narra che l’ultimo decisivo pronostico venne ottenuto all’ultimo minuto di gioco di una gara di Premier League.

 

6 – Steve Whiteley

Anche nel mondo delle scommesse vincenti sui cavalli non sono mancati picchi di euforia. Questa volta il fortunato si chiama Steve Whiteley: dopo aver ricevuto da un amico un biglietto per entrare gratis ad assistere una gara, decise di divertirsi puntando 2 sterline sull’equino dato per sfavorito ai nastri di partenza. Non contentò, stilò l’ordine di arrivo di tutti i cavalli presenti. Per lui, la giornata all’ippodromo si trasformò ben presto in una gita in una miniera d’oro, considerata la vincita finale di 1 milione e 500mila sterline.

 

7 – Darren Yates

Prima di Steve Whiteley, anche Darren Yates aveva fatto parlare di lui per le azzardate, e vincenti, scommesse sui cavalli. Nel lontano 1996, puntò 62 sterline (circa 68 euro) sulla vittoria di Frankie Dettori in tutte le 7 gare in programma quel giorno all’ippodromo di Ascot. Il fantino inconsapevole realizzò i suoi sogni, destinandogli, indirettamente, 550mila sterline.

 

8 – Fred Cragg

Cosa dire di Fred Cragg? Alla sua porta, la fortuna ha bussato ben due volte. La prima quando gli permise di piazzare una scommessa vincente partendo da 50 penny. La seconda quando la sorte lo richiamò all’attenzione su ciò che aveva fatto. Le leggende in circolazione, infatti, assicurano che il Fred Cragg si rese conto dell’importo a sei zeri solo il weekend successivo, tornando in ricevitoria per piazzare un’altra scommessa.

 

9 – Lo stratega di Bari

Non ha piazzato un’unica bolletta vincente ma è riuscito comunque a togliersi le sue soddisfazioni “lo stratega di Bari” che, qualche anno fa, piazzò in un’unica giornata un sistema e quattro schedine vincenti che gli fruttarono circa 100mila euro l’una. Per costruire il suo destino, l’uomo perfezionò la strategia nel tempo, creando un approccio che tenesse conto di diversi fattori.

 

10 – Billy Walters

Difficile non conoscerlo, ma Billy Walters ha davvero fatto la storia delle scommesse sportive e del gambling in generale. Nel mondo è conosciuto come l’uomo capace di farsi da solo, nonostante le umili origini, attraverso il gioco d’azzardo. La singola schedina vincente da record la fa registrare quando i New Orleans Saints vincono il Super Bowl del 2010, contro i favoriti Indianapolis Colts: 3 milioni e mezzo di dollari. Ma da capogiro sono anche gli incassi dai vari casinò: talmente importanti che, nel 2011, Walters affermava di riuscire a guadagnare tra 50 e 60 milioni di dollari in un buon anno.