Home > GUIDE > Guida CAVALLI > L’alimentazione del Cavallo Atleta: Performances e Benessere

L’alimentazione del Cavallo Atleta: Performances e Benessere

L’alimentazione del Cavallo Atleta

Tra i fattori determinanti per la prestazione di un cavallo sportivo, l’alimentazione occupa un posto d’onore.

Il benessere a tutto tondo dell’animale deve essere garantito durante ogni fase delle discipline ippiche: le performance dei più famosi cavalli da corsa, le gare memorabili e i trionfi mondiali sono stati frutto di un lavoro preciso e costante di cura e attenzione nei confronti dell’animale, di programmi mirati e focalizzati sul benessere del cavallo.

In questo articolo vedremo cosa si intende per benessere del cavallo e i fattori che lo influenzano; scopriremo come alimentare correttamente un cavallo sportivo e i prodotti migliori da somministrare.

L’importanza del Benessere del Cavallo Sportivo

Il benessere del cavallo da corsa è fondamentale per ottenere soddisfazioni a livello sportivo e potenziare la performance. Un’armonia di fattori influenza il benessere dell’animale: la combinazione tra addestramento mirato, alimentazione equilibrata, visite veterinarie periodiche e un programma di gestione individuale è fondamentale per ottenere risultati nel breve e lungo termine. Il cavallo ha bisogno di relazionarsi con l’ambiente circostante in uno stato di salute fisica e mentale, in un contesto che preservi e stimoli i caratteri peculiari del singolo esemplare. 

Anche il ruolo umano è determinante: in primis, gli equidi devono esistere in un ambiente sereno e sano, la relazione con il proprietario, con l’allevatore o con l’addestratore deve essere basata su un attento studio etologico e fisiologico. Inoltre, secondo le normative UE, il professionista dell’ippica possedere le massime competenze in materia, con un programma di addestramento gestito con costanza, realizzato su misura e basato su corrette conoscenze scientifiche.

Come Alimentare un Cavallo da Corsa

Come detto, l’alimentazione è un elemento cruciale per tutelare il benessere dell’animale e migliorare i risultati del cavallo atleta. L’addestratore deve garantire all’animale le quantità e l’apporto nutritivo adatto a soddisfare le necessità metaboliche della specie e della razza del cavallo da corsa

Il Foraggio

La base di una corretta alimentazione erbivora è il foraggio: un buon fieno è morbido al tatto e leggero, costituito da acqua, proteine, grassi, fibre e sostanze non azotate. Esistono varie tipologie di foraggio con apporti proteici e fibrosi più o meno elevati: il fieno deve essere selezionato accuratamente ed eventualmente combinato con ulteriori nutrienti a seconda degli obiettivi dell’addestratore. 

Il Fabbisogno

Il secondo step per un programma di alimentazione corretto è la valutazione del fabbisogno. Questo deve essere gestito in base alle prestazioni e agli obiettivi agonistici, con un apporto di nutrienti studiato per mantenere costante il peso corporeo del cavallo e non stravolgere le sue performance. 

Durante la fase agonistica, il piano di alimentazione deve adattarsi allo sforzo fisico dell’animale, somministrando un programma dal valore nutritivo adeguato, alimenti dalla buona digeribilità e privi di sostanze nocive. 

Il Razionamento

Con lo sforzo agonistico, il cavallo sportivo perde energia e sostanze nutritive: osservare una dieta meticolosa è fondamentale. Gli integratori e i supplementi energetici sono indispensabili per evitare sbalzi di peso e non stravolgere la forma fisica dell’animale; i nutrienti persi durante l’attività sportiva devono essere reimmessi nell’organismo tramite razioni di grassi e proteine.

In conclusione, l’alimentazione del cavallo è fondamentale per raggiungere la vittoria ed è determinante nel settore delle scommesse ippiche. Per scoprire tutti i segreti legati ai cavalli, esplora la guida dedicata su SportNews; entra nel mondo del betting con Betflag e approfitta dei bonus e promozioni dedicati agli appassionati.